Tour della Sicilia sud-orientale on the road

Siamo quasi a Natale e molti di voi, passate le feste, inizieranno a pensare alle vacanze estive. Magari starete pensando alla Sicilia come meta delle vostre vacanze e sarete a caccia di idee. Ecco che arrivo io in vostro soccorso, proponendovi un itinerario per un tour della Sicilia sud-orientale on the road.

Sicilia sud-orientale on the road: itinerario

Punto di partenza

Se avete intenzione d’intraprendere un tour della Sicilia sud-orientale on the road, molto probabilmente farete affidamento a Catania Fontanarossa come aeroporto di riferimento. Un’alternativa potrebbe essere l’aeroporto di Comiso, vicino Ragusa, ma sfortunatamente non vengono operati tanti voli, quindi molto difficilmente ne troverete diretti. Per questo motivo considero Catania come inizio dell’itineario.

mappa Tour della Sicilia sud-orientale on the road

Itinerario del tour della Sicilia sud-orientale on the road

Sicilia sud-orientale on the road: Catania

Embed from Getty Images

Se si atterra a Catania, non si può non includere questa splendida città in un tour della Sicilia sud-orientale on the road. Sono tante le cose da vedere a Catania, quindi consiglio di fermarvi almeno una notte per poter vedere più attrattive possibili, ma anche per vivere la città by-night.

Tra le cose da non perdere assolutamente a Catania, troviamo l’elegante Piazza del Duomo, con al centro la famosissima Fontana dell’Elefantino (diventato simbolo della città); in questa piazza si trovano anche la Cattedrale in stile barocco dedicata alla patrona della città Sant’Agata, il municipio Palazzo degli Elefanti e la Fontana dell’Amenano. Da non perdere nelle vicinanze di Piazza del Duomo è anche la Chiesa Badia di Sant’Agata, dove è possibile salire sulla cupola e ammirare un panorama mozzafiato e a 360° su Catania.

Catania offre tantissime attrattive e ci vorrebbe un articolo intero per citarle e descriverle tutte, quindi mi limiterò a consigliarvi di vedere il Teatro Romano, le rovine del teatro greco, il Castello Ursino, il Monastero dei Benedettini di San Nicolò, il Teatro Massimo Vincenzo Bellini.

Tra le cose da fare a Catania, suggerisco una passeggiata alla Villa Bellini, il giardino più importante della città, un giro per Via Etnea, la strada dello shopping catanese, e alla Piscarìa, lo storico mercato del pesce. Ah dimenticavo, durante tutto questo camminare, è d’obbligo mangiare un arancino… attenzione, a Catania si dice con la o!

Sicilia sud-orientale on the road: Siracusa

DSC_0194 Tour della Sicilia sud-orientale on the road

Siracusa, Piazza del Duomo

Dopo aver visitato le bellezze di Catania, spostiamoci verso sud. Dopo circa 40 minuti di strada, arriviamo alla seconda tappa di questo tour della Sicilia orientale on the road: Siracusa. Anche in questo caso, la città merita almeno un’intera giornata.

La giornata a Siracusa inizia con la visita al Parco Archeologico della Neapolis. Qui potrete vedere con i vostri occhi le origini millenarie della città di Siracusa. All’interno del parco troviamo le latomie, grotte che in antichità venivano utilizzare come prigioni. La più famosa è l’Orecchio di Dioniso, una grotta fatta scavare dal tiranno di Siracusa Dioniso con una forma particolare per poter ascoltare i discorsi dei nemici che erano imprigionati. Ma l’attrattiva sicuramente più conosciuta del parco archeologico di Siracusa è senza dubbio il Teatro Greco, del V sec. a.C., ancora oggi utilizzato in estate per le rappresentazioni classiche. Troviamo, inoltre, testimonianze romane, infatti il parco ospita anche un Anfiteatro romano, scavato in una collina.

Dopo aver visitato il parco archeologico, passiamo alla visita del centro storico di Siracusa. Si trova su un’isola collegata alla terra ferma da due ponti. L’isola in questione si chiama Ortigia ed è un posto che affascina il visitatore con il suo dedalo di stradine che la caratterizza.

Naturalmente, Ortigia non è solo viuzze e stradine caratteristiche, ma qui sono concentrati tutti i monumenti principali di Siracusa. Troviamo infatti l’elgantissima Piazza Duomo, che consiglio di vedere anche di sera, la Fonte Aretusa, la Fontana di Diana, le rovine del Tempio di Apollo, solo per citarne alcuni.

Sicilia sud-orientale on the road: Noto e dintorni

IMG_20160425_155809 Tour della Sicilia sud-orientale on the road

Noto

Dopo una giornata trascorsa a Siracusa, risaliamo in auto in direzione sud. Non facciamo tanta strada, perché ci spostiamo di circa una trentina di chilometri, alla volta di Noto.

Noto è famosissima per il suo barocco ed è entrata nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nel 2002, insieme ad altre città tardo-barocche della Val di Noto.

Appena si arriva a Noto, si viene accolti dalla Porta Reale, attraverso la quale si entra nella strada principale della città, Corso Vittorio Emanuele III. Percorrendo il corso per intero, s’incontrano tutti i principali monumenti (religiosi e non) di Noto. Tra essi spiccano senza dubbio la Cattedrale di San Nicolò, Palazzo Ducezio (sede del municipio), Palazzo Nicolaci con i suoi famosi balconi barocchi, la Chiesa di San Carlo al Corso.

Dopo aver visto le bellezze barocche di Noto, è arrivato il tempo di riprendere l’auto e spostarsi verso la costa. Tra Noto e Marzamemi si trova infatti l’Oasi faunistica di Vendicari, dove oltre alla tonnara, si trovano le spiagge più belle della costa ionica della Sicilia sud-orientale: Eloro, Marianelli, Calamosche, Vendicari e San Lorenzo.

Ultima tappa di questa giornata è Marzamemi, un borgo di pescatori divenuto oggi una delle principali attrazioni turistiche della Sicilia sud-orientale.

Sicilia sud-orientale on the road: Modica

DSC_0195 Tour della Sicilia sud-orientale on the road

Modica

Riprendiamo l’auto e continuiamo il tour della Sicilia sud-orientale on the road, spostandoci in provincia di Ragusa. Prima tappa arrivando da Noto è Modica (la mia città). Con le tre tappe in provincia di Ragusa che ho inserito in questo tour della Sicilia sud-orientale on the road, continua il viaggio tra le città tardo-barocche dichiarte Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 2002.

Iniziamo il giro a Modica dalla sua parte alta, più precisamente dalla Chiesa e chiostro di Santa Maria del Gesù. Questo chiostro risalente al XV secolo è uno dei pochissimi edifici resistiti quasi intatti al disastroso terremoto del 1693. Poco lontano dal chiostro troviamo la chiesa di San Giovanni. Salendo sul suo campanile, vi troverete nel punto più alto della città. Proseguendo, troviamo uno dei punti panoramici della città, chiamato Pizzo, da dove si può godere un fantasico panorama sulla parte bassa del centro storico di Modica.

Scendendo nella parte bassa di Modica, facciamo una visita ai due duomi della città, San Giorgio e San Pietro, entrambi in stile barocco; passeggiamo lungo Corso Umberto I tra negozi, bar e ristoranti. Una sosta obbligata è l’Antica Dolceria Bonajuto, casa del rinomato Cioccolato di Modica. Qui potrete assaggiare questo particolare tipo di cioccolato, offerto in vari gusti.

Dopo aver fatto il pieno di cioccolato modicano, è arrivato il tempo di dire arrivederci a Modica dal punto panoramico del Quartire d’Oriente, che vi regala un paesaggio da cartolina della città.

Sicilia sud-orientale on the road: Scicli

DSC_0877 Tour della Sicilia sud-orientale on the road

Scicli

Scicli dista una decina di minuti da Modica e anche qui il barocco la fa da padrone. Sono tante le chiese da visitare, una più bella dell’altra. Da non perdere assolutamente quelle di Santa Teresa, San Michele Arcangelo, San Giovanni Evangelista, Madonna delle Milizie, San Bartolomeo. Se vi va di camminare, potete anche salire sul colle di San Matteo, dove sorge l’omonima chiesa abbandonata e da dove ammirare uno splendido panorama dall’alto su Scicli. Da vedere sono anche i palazzi barocchi, primo fra tutti Palazzo Beneventano. Ah dimenticavo! Potete anche visitare l’ufficio del Commissario Montalbano, all’interno del Municipio.

Se volete vedere altre location della serie “Il Commissario Montalbano”, potete spostarvi in auto verso la costa. A Sampieri troverete la Fornace Penna e proseguendo oltre Marina di Ragusa, arriverete alla casa di Montalbano a Punta Secca.

Sicilia sud-orientale on the road: Ragusa

DSC_0922 Tour della Sicilia sud-orientale on the road

Ragusa

Per raggiungere Ragusa, vi consiglio di farlo dalla vecchia strada statale Modica – Ragusa. Quando arriverete a Ragusa, verrete accolti da un bellissimo panorama su Ragusa Ibla, centro storico della città dichiarato Patrimonio UNESCO nel 2002.

Iniziamo questo giro a Ragusa dalla Cattedrale di San Giovanni Battista, per poi iniziare a scendere a piedi verso Ragusa Ibla. Naturalmente potete farlo anche in auto, ma a piedi avete la possibilità di vedere degli scorci unici e camminare tra le stradine del centro storico. Si arriva alla chiesa di Santa Maria delle Scale, dove si può ammirare uno degli scorci di Ragusa più fotografati. Da qui imbocchiamo le scale che ci sono proprio vicino alla chiesa (da qui il suo nome) e iniziamo a scendere in direzione del Duomo di San Giorgio. Lungo il tragitto, in un dedalo di viuzze e scale, s’incontrano varie chiese e palazzi. Il clou di Ragusa Ibla è senza dubbio il suo salottino: Piazza Duomo. Qui sorge il Duomo di San Giorgio, un altro esempio dello stile tardo-barocco che contraddistingue questo lembo di Sicilia.

Continuando a scendere la piazza e imboccando Corso XXV Aprile, si arriva al meraviglioso Giardino Ibleo, dove si trovano tre chiese e una terrazza panoramica che regala una vista spettacolare del paesaggio ibleo.

Organizzare un tour della Sicilia sud-orientale on the road

Quello sopra è l’itinerario pensato per un tour della Sicilia sud-orientale on the road. Esso copre ben tre province siciliane (Catania, Siracusa e Ragusa) ed è pensato per non dover guidare per lunghi tragitti, in modo da ottimizzare i tempi e poter vedere più attrattive possibili.

Per organizzare un viaggio del genere, bisogna tenere ben presente quanti giorni si hanno a disposizione, il budget e anche quanto si vuole camminare (a piedi e non). Una cosa da fare immediatamente dopo aver prenotato i voli, è quella di pensare all’autonoleggio e a agli alloggi.

Organizzare un tour della Sicilia sud-orientale on the road: autonoleggio

Spostarsi in Sicilia con i mezzi pubblici (bus e treni), è risaputo, non è proprio il massimo, perché i tempi di percorrenza si allungano considerevolmente rispetto allo spostamento in auto.

Per quanto riguarda la voce autonoleggio, vorrei farvi conoscere il portale Easyterra.it. Si tratta di un sito che compara i prezzi dei fornitori di servizi di autonoleggio, cercando le soluzioni più vantaggiose al momento della ricerca. Easyterra collabora sia con i principali fornitori di autonoleggio (Europcar, Hertz, Avis e Budget, per citarne alcuni) sia con fornitori di autonoleggio a livello locale, per poter offrire al cliente una panoramica completa delle soluzioni più convenienti di autonoleggio.

Inserendo dove vogliamo ritirare l’automobile e le date di ritiro e consegna, il sito ci darà come risultato varie opzioni di prezzo per uno stesso veicolo. A mio avviso, l’opzione “senza preoccupazioni” è quella più conveniente, perché, pur essendo più cara di quella “budget”, offre la copertura della franchigia (quindi possiamo stare tranquilli in caso di danno al veicolo), chilometraggio illimitato (fondamentale per un viaggio on the road), politica del carburante equo (si ritira la macchina con il serbatoio pieno e si restituisce con il pieno) e un’auto fornita da un servizio di autonoleggio con buone recensioni da parte dei clienti.

Organizzare un tour della Sicilia sud-orientale on the road: alloggi

La scelta degli alloggi per questo tour della Sicilia sud-orientale on the road dipende dalle vostre esigenze personali, dal vostro budget e da quanto tempo volete fermarvi nelle diverse tappe. Ci sono opzioni per tutte le tasche e le esigenze, dagli hotel ai b&b, agli agriturismo. Quest’ultima opzione permette di entrare ancora di più in contatto con i sapori e le tradizioni locali, per esempio provando la cucina tipica preparata con materie prime a chilometro zero.

Per l’itinerario proposto sopra, mi permetto di suggerire di fermarvi almeno 1-2 notti a Catania, altrettante a Siracusa, una a Noto (per poter visitare anche i dintorni), un paio di notti in una città a scelta tra Modica, Scicli e Ragusa (data la vicinanza tra di loro, va bene scegliere una delle tre località come base). Naturalmente, questi sono solo dei suggerimenti, sarete poi voi a stabilire il tutto in base ai vostri interessi.

Se siete alla ricerca di altre idee per un viaggio in Sicilia, cliccate qui.

Articolo scritto in collaborazione con Easyterra.it

Condividi:

4 pensieri su “Tour della Sicilia sud-orientale on the road

  1. Claudia B. Voce del Verbo Partire

    Spettacolare Andrea. Non vedevo l’ora di leggere i tuoi suggerimenti per un tour on-the-road in Sicilia, considerando che giochi in casa e sei sicuramente molto competente in materia. Mi è stato molto utile per riuscire a capire soprattutto le tempistiche, oltre al rendermi conto della bellezza assoluta dei luoghi. Grazie per i tuoi consigli, li terrò veramente cari, pur magari con meno tempo a disposizione. Ma, per eventuali scelte e scremature, mi farò aiutare da te!
    A presto,
    Claudia B.

  2. Destinazione mondo 20

    La Sicilia e il Sud Italia sono sulla nostra lista da anni: infatti, al contrario di Chri che ha completato quasi tutto il sud, io devo ammettere che non sono scesa al di sotto di Roma e Città del Vaticano!
    Me ne vergogno e devo assolutamente rimediare questo disastro!
    Il desiderio di scoprire il sud Italia si unisce con la tua idea di on the road che ispira a partire immediatamente!
    Quando avremo occasione di visitarla, ci rivolgeremo sicuramente a te 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!